Sean Spicer è intervenuto sulla cannabis

Sean Spicer
(Foto wikipedia: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/4/41/Sean_Spicer.jpg)

A seguito delle pesanti dichiarazioni del portavoce della Casa Bianca secondo cui il governo Trump utilizzerà la forza delle leggi federali contro la legalizzazione della cannabis contro gli stati che l’hanno approvata, l’associazione NORML, uno dei più importanti movimenti antiproibizionisti americani che ha come missione l’informazione della pubblica opinione a favore della legalizzazione della marijuana, ha lanciato il suo grido di allarme e promesso battaglia.

Riportiamo il loro appello in italiano ed in lingua originale.

“E lotta sarà.

Sean Spicer Portavoce della Casa Bianca ha dichiarato guerra a gran parte della comunità che fa uso di cannabis, ieri, quando ha annunciato che l’amministrazione Trump intende impegnarsi nella “decisa applicazione” delle leggi federali anti-marijuana negli otto Stati che hanno legalizzato e regolamentato il suo utilizzo per adulti.

Noi di NORML avevamo ampiamente anticipato che questo giorno sarebbe arrivato. È per questo che abbiamo combattuto con le unghie e denti contro la nomina del fanatico Procuratore Generale anti-marijuana Jeff Sessions – promuovendo decine di migliaia di interventi da parte dei cittadini interessati come te nell’opposizione alla sua conferma. È per questo che stiamo facendo una grande pressione contro i ritardi per l’entrata in vigore delle leggi di legalizzazione avviate con il voto dei cittadini in stati come Arkansas, Massachusetts, Maine, Florida, e nel Nord Dakota.

Per questo stiamo anche facendo una forte campagna perché siano applicati cambiamenti significativi e immediati anche nella legge federale, come ad esempio l’approvazione della proposta di Legge HR 975: per il rispetto delle Leggi dello Stato sulla Marijuana e la ri-autorizzazione della modifica di bilancio Rohrabacher che impedisce di usare risorse del Congresso per fare causa contro gli Stati che hanno legalizzato la cannabis, anche attraverso la nostra partecipazione al recente costituito Caucus Congresso Cannabis.

Siamo pronti per questa prossima battaglia – e siamo pronti per vincere!

Clicca qui per contattare i parlamentari e chiedergli di rispettare la Leggi di legalizzazione della marijuana

Secondo i dati di un’indagine a livello nazionale di recente pubblicazione, la maggior parte degli americani sono dalla nostra parte. Il cinquantanove per cento degli elettori sostiene che l’uso di marijuana per gli adulti dovrebbe essere legale, mentre l’uso medico della marijuana ha il supporto del 93 per cento. Forse ancora più importante, il 71 per cento degli elettori – tra cui forti maggioranze fra i democratici, i repubblicani e gli indipendenti – dichiarano che “sono contrari alla volontà del Governo di far rispettare le leggi federali contro la marijuana negli stati che ne hanno già legalizzato l’uso medico o ricreativo”. Aiutaci a proteggere i pazienti autorizzati e gli adulti responsabili da questa indebita interferenza federale. Questo attacco alla legalizzazione della marijuana e contro coloro che ne beneficiano è un attacco contro la nostra libertà. Questa aggressione non deve passare! Unisci alla nostra lotta!

Clicca qui per sostenere NORML e difendere la la legalizzazione della marijuana

Avanti fino alla vittoria!

NORML Team


Then it’s a fight they’ll get.

White House Press Secretary Sean Spicer declared war on much of the cannabis community yesterday when he announced the the Trump administration intends to engage in the “greater enforcement” of federal anti-marijuana laws in the eight states that have legalized and regulated its adult use.

We at NORML have largely anticipated that this day would come. That is why we fought tooth and nail against the nomination of anti-pot zealot Jeff Sessions to be US Attorney General — generating tens of thousands communications from concerned citizens like you in opposition to his confirmation. That is why we are lobbying passionately against delays in the roll-out of voter-initiated legalization laws in states like ArkansasMassachusetts, Maine, Florida, and North Dakota.

That is why we are also campaigning vocally for significant and immediate changes in federal law, such as the passage of HR 975: The Respect State Marijuana Laws Act, and the re-authorization of the Rohrabacher budgetary amendment through our participation in the newly launched Congressional Cannabis Caucus.

We are prepared for this forthcoming battle — and we are prepared to win!

According to recently released nationwide survey data, the majority of Americans are on our side. Fifty-nine percent of voters say that the adults use of marijuana should be legal while a whopping 93 percent support the medical use of marijuana. Perhaps most importantly, 71 percent of voters — including strong majorities of Democrats, Republicans, and Independents — say that they “oppose the government enforcing federal laws against marijuana in states that have already legalized medical or recreational marijuana.”

Please help our efforts to protect state-authorized patients and responsible adults from this undue federal interference. This proposed attack on marijuana legalization and those who benefit from it is an attack upon all of our freedom. This aggression will not stand. Please join us in our fight.

CLICK HERE TO JOIN NORML AND HELP DEFEND MARIJUANA LEGALIZATION!

Onward to victory,
NORML Team