Il presidente repubblicano dello stato americano del New Hampshire Chris Sununu, ha firmato la legge che ha decriminalizzato i reati minori connessi al possesso di cannabis.

La nuova legge, che entrerà in vigore a metà settembre, elimina le sanzioni penali per il possesso fino a 21 grammi di cannabis e/o fino a cinque grammi di hashish per i maggiorenni di 18 anni. in caso di prima o seconda violazione i colpevoli saranno sanzionati solo con un’ammenda civile di 100 $.

Il New Hampshire presto entrerà nel novero degli stati che riconoscono un minimo livello di dignità ai i suoi cittadini ei turisti che scelgono di consumare la marijuana“, ha dichiarato Justin Strekal, Direttore Politico di NORML. “Presto, in tutto il New England, gli individui saranno in grado di viaggiare liberamente senza la minaccia della prigione a causa del possesso della marijuana“.

Il New Hampshire era l’unico Stato del New England che imponeva ancora sanzioni penali per reati minori legati al possesso di derivati della cannabis.

Il governatore Sununu ha firmato anche una legge separata, che istituisce una commissione per “studiare la legalizzazione, la regolamentazione e la tassazione della cannabis“. Tuttavia molti di quelli che inizialmente hanno sostenuto la commissione, incluso il promotore principale del progetto di legge, hanno ritirato il loro sostegno a causa delle preoccupazioni rispetto al fatto che i membri della task force sono in gran parte contrari a qualsiasi ulteriore cambiamento nelle politiche sulla marijuana.

[Fonte NORML]