La settimana scorsa è stato pubblicato un sondaggio nazionale commissionato dal gruppo di pressione proibizionista Smart Approaches to Marijuana (SAM). Il sondaggio, pur diffuso con l’intento di dimostrare che non vi è una maggioranza a favore della legalizzazione della cannabis ricreativa ha invece sottolineato il crescente disappunto dei cittadini statunitensi per l’attuale politica federale sulla cannabis.

L’analisi, condotta da Mason-Dixon Polling and Strategy, ha rivelato infatti che la maggioranza degli americani sostiene in modo schiacciante una politica federale più tollerante sulla marijuana. Il sondaggio è stato effettuato su 1.000 elettori registrati tra il 10 gennaio e il 13 gennaio.

Questo era il quesito, con le risposte preordinate

Quale delle seguenti opzioni descrive meglio le tue preferenze sulla politica nazionale sulla marijuana?

– Mantieni la politica attuale
– Mantieni la politica attuale, ma legalizza l’uso della marijuana per un uso terapeutico sotto controllo medico
– Depenalizzare l’uso di marijuana rimuovendo la possibilità di detenzione in carcere per il possesso e permettendo anche la marijuana medica, ma mantenere illegale la vendita di marijuana.
– Legalizzare la produzione commerciale, l’uso e la vendita di marijuana per uso ricreativo, come hanno fatto recentemente in diversi stati.

Delle 1.000 risposte fornite durante l’indagine di gennaio, solo il 16% ha ritenuto che l’attuale politica di divieto dovesse rimanere in vigore. Al contrario, il 29% ha sostenuto la legalizzazione della marijuana medica, il 5% ha chiesto la depenalizzazione dell’uso ricreativo di cannabis e il 49% ha scelto la legalizzazione completa. Ben l’83% degli intervistati dal sondaggio ritiene quindi che il divieto federale di marijuana debba essere gettato nel mucchio delle politiche fallite negli USA. Da notare come solo il 28% del campione si è dichiarato, in qualche modo, “liberal”.

L’ultimo sondaggio Gallup dell’ottobre scorso ha segnato invece il record di favorevoli alla legalizzazione, con il 64%, confermando anche la svolta in casa repubblicana con il 51% degli elettori GOP favorevoli alla regolamentazione legale della cannabis. Il sondaggio commissionato da SAM voleva in qualche modo smentire questi dati, dimostrando che offrendo alternative alla “legalizzazione totale” gli americani avrebbero scelto altro. In effetti ha dimostrato solo che le politiche proibizioniste sono ormai sostenute da neanche un sesto degli elettori americani. Insomma, parlando di cannabis di questi tempi negli USA bisogna stare attenti a non tirarsi addosso un boomerang, come scritto qualche giorno fa da Bernardo Parrella per Fuoriluogo.

[Fonte www.marijuana.com]

Documenti scaricabili

  • pdf SAMNationalPollResults
    Scarica il sondaggio in formato pdf
    Aggiunto in data: 25 gennaio 2018 6:47 Dim.: 224 KB Download: 19